Adesso dico la mia sui mali dello sport…

Non volevo commentare nè dire assolutamente nulla su quanto stà succedendo al calcio e allo sport in generale, ma le ultime vicissitudini mi hanno fatto cambiare idea.

Partiamo dal calcio. L’ultima sentenza sembra proprio quello che non si sperava che succedesse, i tanto temuti "Tarallucci e Vino" sono stati levati dalle dispense e messi a disposizione di tutti, non si è assolutamente tenuto conto della volontà degli sportivi italiani, gli ITALIANI volevano pulizia, indipendentemente da chi fossero i condannati.

Purtroppo da diversi anni a farla da padrone, non solo nello sport, è solo il "DIO DENARO" e l’ultima sentenza ha dimostrato proprio che dietro a tutto ci stanno tanti di quegli interessi che nessuno si immagina.

I sentimenti dei tifosi e degli amanti dello sport sono andati disattesi da troppo tempo, non se ne tiene più conto da nessuna parte, conta solo l’interesse che può beneficiare a uno o all’altro a seconda delle circostanze.

L’assurdo è che dopo una sentenza che già ha regalato, agli interessati, situazioni fino a qualche settimana fà insperate si trova pure il coraggio di voler ricorrere nuovamente.

Io sostengo da tempo che se si vuole veramente fare il bene del calcio occorre fermarlo completamente per un paio di anni e ripartire veramente da zero, con nuove regole, via le Società dalle borse, via i Presidenti speculatori, via i procuratori mangiasoldi, via i calciatori mercenari, via tutte quelle forme di negatività che provocano problemi e null’altro.

Lo so, è utopia, ma più si andrà avanti per la strada intrapresa peggio sarà.

Gli altri sport non sono da meno, basta vedere gli interessi che stanno dietro ad una vittoria ad un "Tour de France" (è di ieri la notizia di Lendis trovato positivo ai controlli antidoping), ad un GP di Formula 1, ad un incontro di Boxe, ad un Torneo del Grande Slam di Tennis, ad un Torneo Master di Golf, ecc. ecc.

Milioni di Euro, Milioni di Dollari gravitano nel mondo sportivo, alla faccia dei poveri operai, padri di famiglia che per permettere un tozzo di pane al giorno ai figli lavorano ore e ore in fabbrica o in fonderia.

Gli sport dilettantistici non riescono ad emergere, devono fare affidamento solo sulle Olimpiadi ogni quattro anni, per il resto il seguito che hanno è quello che è.

In parole povere E’ UNA VERGOGNA, sono profondamente deluso da tutto il sistema che gravita attorno a questa società.

Meditiamo gente, meditiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.