ago 11

Maionese… gusti diversi.

A noi piace fare la maionese in casa, fresca e variando se possibile i gusti.

Utilizzando come base la maionese classica fatta con rosso d’uovo (ma spesso uso anche il bianco, secondo me resta più morbida), sale, limone, olio di semi e con l’uso del minipimer si realizza un’ottima maionese, i gusti di sale limone e olio a piacere, a me piace renderla bella densa.

Dallo scorso Natale ho iniziato a provare gusti diversi, memore di assaggi fatti in altri luoghi in precedenza, quindi il primo esperimento è stato sostituire il limone con l’arancio (o anche il mandarino/clementina vanno benissimo, dipende dal punto di acidità che volete dare), ottima e delicata per crostini ma anche per il pesce.

Nello stesso tempo avevo bisogno di salsa cocktail per i gamberetti, non ho fatto altro che prendere la base di maionese ed aggiungere tutti gli ingredienti necessari per trasformarla in salsa cocktail, nulla da invidiare a quelle acquistate, anzi.

Il passo successivo è stato provare ad aggiungere aglio per utilizzarla con il pesce, sia alla griglia che al cartoccio, fresca e intensa, chiaro deve piacere l’aglio.

Mia moglie spesso prepara con la stessa base la salsa tonnata, da utilizzare per carni e bolliti.

L’altra sera non avevo maionese pronta per farmi un panino con l’hamburger, ho pensato di aggiungere alla maionese dell’erba cipollina e della maggiorana che avevo in casa colta dal mio giardino ed essiccata, poi passato tutto al minipimer, è risultata una maionese fresca, estiva e profumata.

Con quella avanzata ho condito e legato un’insalata di pomodori, cipolla e tonno, senza usare sale e nemmeno olio.

Provate e fatemi sapere i vostri gusti.

Mi dispiace non aver mai fatto fotografie, ma mi dimentico sempre e quando mi ricordo non c’è più nulla da fotografare.

ott 09

Risotto al curry con zucchine e gamberetti – come lo farei io

La scorsa settimana, invitato ad un seguito di un matrimonio (nel senso che gli sposi hanno invitato ad una sorta di cena, il giorno dopo il matrimonio, gli amici meno intimi), abbiamo avuto il piacere di mangiare un delicatissimo “RISOTTO AL CURRY CON ZUCCHINE E GAMBERETTI”.
Volendomi cimentare in tale ricetta e non trovando in rete nulla che mi soddisfa completamente, avrei pensato di farlo così:
Risotto al curry con zucchine e gamberetti - come lo farei io
Tipo Ricetta: Primo Piatto
Tempo preparazione: 
Tempo totale: 
 
Ingredients
  • 150 gr di riso
  • 1 zucchina media
  • 250 gr di gamberetti (freschi o surgelati)
  • cipolla tritata fine
  • aglio tritato
  • 500 ml di brodo vegetale o di pesce (con i carapaci dei gamberetti o gamberi se acquistati freschi)
  • ½ bicchiere di vino bianco da cucina
  • 4 cucchiai di olio evo
  • sale q.b.
  • curry quanto piace
  • brandy o cognac
  • formaggio o panna fresca, a piacere
  • curcuma, a piacere
Instructions
  1. Tagliare la zucchina a metà e poi a semi rondelle sottili. In una casseruola soffriggere le zucchine con l'aglio e la cipolla con due cucchiai d’olio, continuare a cuocerle a fiamma bassa, per una decina di minuti circa, unire il riso e tostare, sfumare con il vino bianco da cucina, e unire il brodo vegetale o di pesce.
  2. Nel frattempo avrete preparato i gamberetti: in un padella con un filo d'olio cuocere leggermente i gamberetti, unire sale, curry e bagnare bene con il brandy, far bruciare il brandy e continuare la cottura fino a colorazione a piacere e per formare una cremina.
  3. Quando il riso è quasi cotto, unire i gamberetti, mescolare qualche minuto, spegnere il fuoco e mantecare bene il risotto con burro e un pò di formaggio o panna fresca, servire caldo.
  4. Se sembra poco colorato aggiungere un pò di curcuma.
 
Appena lo farò vi dirò se è come quello che ho apprezzato.
 
Fatemi sapere le vostre impressioni.

ago 24

E sono due… budino salato zucchine, zucca con cialda di grana e crema alla menta

Proseguendo dal precedente post e nonostante il mese di Agosto e il caldo mi sono nuovamente sbizzarrito a creare questo splendido budino (o flan!) salato modificando gli ingredienti.

Per i budini salati (ne sono venuti 6):
  • 300 gr circa di zucchine
  • 100 gr circa di zucca gialla
  • 1/2 cipolla rossa
  • 100 ml di yogurt bianco naturale
  • 2 uova
  • 50 gr di parmigiano grattuggiato
  • sale q.b.
  • olio q.b.
  • curry
  • pepe di sichuan
Per la base di grana:
  • una manciata di grana per cialda
Per la crema fresca di menta:
  • un pò di yogurt bianco naturale
  • qualche fogliolina di menta
  • sale un pizzico
  • olio evo q.b

Preparate i budini: lavate le zucchine e la zucca, asciugatele e tagliate tutto a cubetti piuttosto piccoli, tenete divise le due verdure.

Procedete preparando le due creme: di zucchine e di zucca.

Prendete due pentole: in ognuna fate soffriggere metà della cipolla tagliata fine con alcuni cucchiai di olio, quindi in una aggiungete le zucchine con il curry e il pepe di sichuan e nell’altra la zucca.

Salate e fate cuocere a fuoco medio per circa 20 minuti. Lasciateli raffredare.

Aggiungete rispettivamente 70 ml di yogurt alle zucchine e 30 ml di yogurt alla zucca e frullateli fino ad ottenere una crema liscia. Quindi aggiungete anche 1 uovo e 30 gr di parmigiano alle zucchine e 1 uovo e 20 gr di parmigiano alla zucca.

Lavorate bene il composto finchè non sarà omogeneo. Distribuitelo negli stampini monodose precedentemente imburrati alternando i due tipi di composto, prima le zucchine e poi la zucca.

Disponete i vostri pirottini in una teglia, versate circa due dita di acqua tiepida e cuocete a bagno maria in forno già caldo a 180° per 30 minuti.

Sfornateli e lasciate che si raffredino prima di sformarli.

Per la base di grana: su un foglio di carta forno mettete un pò di grana grattugiato e formate un cerchio grande a sufficienza per poterci poi appoggiare un budino, mettere in forno fino a cottura, poi togliere e lasciare raffreddare.

Per la crema di menta: frullate con il minipimer un pò delo yogurt con le foglioline di menta e olio evo a filo con un pizzico di sale, tutto a crudo, mettete in frigorifero fino al momento d’impiattare.

Impiattare ponendo la base di grana sul piatto, appoggiatevi sopra il budino bicolore e versate sopra che scenda di lato la crema di menta, finite il piatto con foglioline di basilico o con quello che più vi aggrada.

                                                       

ago 16

Budino salato peperoni e zucchine

Nonostante il mese di Agosto e il caldo, prendendo spunto da questa ricetta per il pranzo di Ferragosto mi sono sbizzarrito a creare questo splendido budino (o flan!) salato modificando gli ingredienti.

               
Budino salato ai peperoni e zucchine, con fondo di taleggio e crema fresca di pomodorini Per i budini salati:
  • 200 gr di peperoni gialli
  • 200 gr di zucchine
  • 1/2 cipolla bianca
  • 100 ml di panna liquida
  • 2 uova
  • 30 gr di parmigiano grattuggiato
  • sale q.b.
  • olio q.b.
               
Per la base di taleggio:
  • un bel pezzetto di taleggio ho fatto ad occhio)
  • un pò di panna liquida
  • noce moscata q.b.
Per la crema fresca di pomodorini:
  • 4 pomodorini
  • 1 piccolo cetriolo
  • qualche fogliolina di menta
  • sale q.b.
  • olio evo q.b

Preparate i budini:  lavate i peperoni, privateli del picciolo, dei semi e dei filamenti bianchi interni e le zucchine, infine tagliate tutto a cubetti piuttosto piccoli, tenete divise le due verdure.

Procedete preparando le due creme: di peperoni e di zucchine.

Prendete due pentole: in ognuna fate soffriggere metà  della cipolla tagliata fine con alcuni cucchiai di olio, quindi in una aggiungete i peperoni gialli e nell’altra le zucchine.

Salate e fate cuocere a fuoco medio per circa 20 minuti. Lasciateli raffredare.

Aggiungete ad ognuno 50 ml di panna e frullateli fino ad ottenere una crema liscia. Quindi aggiungete anche 1 uovo e 15 gr di parmigiano.

Lavorate bene il composto finchè non sarà omogeneo. Distribuitelo negli stampini monodose precedentemente imburrati alternando i due tipi di composto.

Disponete i vostri pirottini in una teglia, versate circa due dita di acqua tiepida e cuocete a bagno maria in forno già caldo a 180° per 30 minuti.

Sfornateli e lasciate che si raffredino prima di sformarli.

Per la base di taleggio: fate sciogliere a bagno maria sul fornello il taleggio insieme ad un cucchiaio di panna liquida e una grattuggiata di noce moscata.

Per la crema di pomodorini: frullate con il minipimer il cetriolo, i pomodorini, le foglioline di menta con un pizzico di sale e un pò d’olio evo a filo, tutto a crudo, mettete in frigorifero fino al momento d’impiattare.

Impiattare ponendo la base di taleggio sul piatto, appoggiatevi sopra il budino bicolore e versate sopra che scenda di lato la crema di pomodorini, finite il piatto con foglioline di basilico o con quello che più vi aggrada.

P.S.: potete sistituire peperoni e zucchine con le verdure di stagione che più vi aggradano.

giu 11

Chi mi aiuta a risolvere dubbi e riflessioni su Evernote?

Utilizzando Evernote da qualche mese mi accorgo che ogni giorno che passa riesco ad avere una visione più completa delle opportunità che questo sistema offre.
Pur tuttavia mi mancano alcune informazioni o possibilità delle quali non riesco a trovare una soluzione per adattare al meglio questa applicazione al mio uso quotidiano.
Premesso che non voglio convincere nessuno ad usare applicazioni che uso io, ma imparando ad usarlo e aiutando a conoscere il software che si usa è possibile dare suggerimenti sui motivi per cui uso questi software invece di altri.
Pertanto mi piacerebbe poter trovare in Evernote o comunque nella Community che segue questa fantastica applicazione le risposte ad alcuni miei dubbi o riflessioni, che di seguito esplicito:
  • sento spesso parlare, ed a volte ne ho usati alcuni, di dropbox, wuala, google documents, ecc. Ci sono differenze sostanziali tra loro e tra loro ed evernote, mi piacerebbe che qualcuno più pratico di me approfondisse e spiegasse, senza dire quale di queste applicazioni è meglio, in quanto sappiamo tutti benissimo che tutto ciò è molto soggettivo e dipende dall’uso che si fà, le differenze tra le applicazioni esistenti, criticità, punti forti, eventuali costi, per permettere a chiunque di farsi un’idea tra un numero spropositato di applicazioni e scegliere quella che più fà al caso personale;
  • mi farebbe comodo la possibilità di poter evidenziare, con evidenziatori colorati, del testo all’interno di una nota, così da renderlo facilmente individuabile alla ricerca e alla lettura;
  • prendendo spunto dall’articolo di Tiziana Taccuini pubblici e condivisi sarei interessato alla possibilità di visualizzare gli utenti evernote che condividono taccuini, ancorchè non totalmente pubblici, e di poter scegliere o chiederne la possibilità di condividerli pubblicamente o anche solo ad invito;
  • potrebbe essere utile inserire link all’interno della stessa nota, es. una legge con tutti i suoi articolo che ha un indice iniziale e ad ogni articolo un link per arrivare facilmente al punto d’inizio dell’articolo interessato;
  • sarebbe oltremodo comodo e utile che tutte le app della galleria possano essere tradotte in italiano e spiegate nell’utilizzo da chi già le usa, per dare modo a tutti gli utenti di evernote di poter visionare le funzionalità, poter scegliere cosa utilizzare e dare anche suggerimenti ulteriori sull’uso e su migliorie da apportare;
  • per ultimo aggiungo la possibilità di tradurre tutte le FAQ attualmente presenti nel sito di evernote, implementandole con le informazioni che potrebbero derivare dalle risposte alle domande che mi sono fatto e che ho riportato nei precedenti punti.
Le community servono a far crescere il prodotto e permettere ad altri di dare il loro contributo, per questo aspetto risposte e suggerimenti ulteriori.
Da parte mia cercherò comunque di darmi da fare per trovare soluzioni ai miei dubbi e metterò a disposizione quello che mi sembra giusto condividere con tutti voi utenti di evernote.

apr 24

Evernote, come lo uso io… Pro Loco, lavoro, ricette e molto altro

Ho da sempre un sacco di file salvati sul disco fisso, dai software, alle utility, ai documenti, alle raccolte in pdf e molto ma molto altro.

Da qualche mese ho scoperto Evernote e da allora ogni giorno che passa scopro qualcosa di nuovo nelle potenzialità di questo “contenitore di appunti”.

Come già spiegato nel precedente articolo ci si può fare di tutto e si possono inserire appunti di qualunque genere.

Ad esempio ho iniziato, prendendo anche spunto dal mio modo di archiviare file e cartelle sui pc, con il salvarmi i link ai siti/blog che mi interessavano da passare da un pc ad un altro.

Poi proseguendo con i salvataggi succede che si apportino diverse modifiche al modo di archiviare le note, quindi succede che quello che hai fatto un giorno venga successivamente stravolto.

Premesso che non sono dotato di alcuno strumento iphone, ipad, android o blackbarry che sia (almeno per ora), uso semplicemente i pc, ma penso quanto sia infinitamente utile poter avere uno degli strumenti succitati.

Poi ho pensato che le ricette che mi interessano, invece di salvarle in qualche cartella sul pc come file pdf, potevo appuntarmele direttamente in un taccuino di Evernote, è così che è nato il taccuino Cucina – Ricette e in seguito ho suddiviso questo in tanti altri taccuini distinti per singole voci, primi, secondi, antipasti, dolci, contorni, mondo, pane e pizza, bevande, ecc.

Successivamene ho creato altri taccuini per le attività che seguo, è il caso della Pro Loco, di cui sono presidente, dove salvo appunti per le riunioni, i biglietti da visita degli ambulanti per i mercatini e le sagre, aggiungo documenti allegati che devo passare poi ad altri per la stampa o per la revisione, listini prezzi che devo confrontare.

Ho aggiunto taccuini dove tengo gli appunti di lavoro,

  • informatica: materiali da acquistare con i prezzi trovati in rete o informazioni trovate in rete per correggere errori sw e hw;

  • qualità: informazioni per un sistema qualità ben funzionante;

  • uno con i vari suggerimenti degli utenti di evernote;

  • alcuni personali, anche offline, che contengono informazioni che non devono essere condivise.

Insomma, stò ancora imparando ad usarlo, ho la versione free, ma per ora i 60 Mb mensili sono più che sufficienti per quanto inserisco.

Se devo proprio dire cosa mi manca, ma magari esiste già qualcosa nella galleria di app solo che non l’ho ancora trovato, mi servirebbe un evidenziatore per evidenziare maggiormente all’interno delle note le informazioni più importanti o prioritarie a cui dover dare importanza.

Stò anche cercando di proporre ad amici e colleghi l’uso di questo fantastico strumento per poter poi, per lavoro o per passioni comuni, condividere con loro le informazioni in tempo reale senza passare attraverso le mail.

Ad ogni nota aggiungo uno o più tag così da permettere una ricerca più mirata e corretta.

In genere in informatica sono curioso e mi piace provare anche per trovare sistemi da proporre ad altri per migliorare e semplificare il proprio lavoro o le proprie attività.

Confesso che le storie degli altri utenti mi stanno aiutando a trovare tutto questo e con molto divertimento.

Mi piacerebbe trovare in rete molti più taccuini pubblici vari da condividere e da cui prendere spunto, si potrebbero scambiare più facilmente informazioni di vario genere.

Altre opportunità che offre evernote:

  • si possono aggiornare note sia con twitter, con facebook e anche via mail, visto che all’atto della creazione dell’account viene creato anche un indirizzo email legato ad evernote;

  • diversi tipi di check list, per qualunque cosa interessi;

  • ritagliare contenuti dalle pagine web o inserire intere pagine;

  • utilizzare gli app contenuti nella galleria.

E molto molto altro ancora, che di volta in volta proverò a comunicarvi.

Vi assicuro che non ve ne pentirete usandolo.

apr 19

Libri…

Oggi mi sono arrivati:

lo leggerò con molta attenzione…

lo userò con molta golosità…

lo sfoglierò con molta curiosità…

Ed ora divertiamoci…

mar 22

Evernote: appunti facili

Evernote: ricorda ogni cosa, ogni informazione, in qualunque luogo sei – Crea una nota. O 500.000 note.

Ho da qualche mese creato un account in Evernote e ho iniziato ad inserire note, appunti, informazioni, allegati, cose di casa, d’ufficio, per il tempo libero, per l’associazione.

Puoi utilizzare il tuo telefono, iphone, android, ipad, pc; puoi usarlo online o offline installando il software sul tuo pc.

Di seguito le info che trovate in questo sito: http://www.evernote.com/

Evernote rende facile ricordarsi delle grandi e piccole cose che fanno parte della nostra vita grazie al computer, al telefono e al web. Inizia da oggi con un account gratuito.

  1. Fotomontaggio di diverse note

    1. Memorizza tutto.

    Qualsiasi cosa pensi, vedi o vivi, Evernote può aiutarti a ricordarlo, in ogni dettaglio. Inserisci un nota di testo. Salva una pagina web. Scatta una foto. Cattura una schermata. Evernote conserverà tutto.

  2. Note organizzate

    2. Organizzalo. (O lascia fare a noi)

    Tutto ciò che catturi viene automaticamente elaborato, archiviato e reso ricercabile. Puoi aggiungere tag o organizzare le note in diversi taccuini.

  3. Ricerca note

    3. Trova velocemente ogni cosa.

    Usa Evernote in ogni computer e telefono che hai, cerca gli appunti per parole chiave, titoli, tag ed addirittura località. Evernote ti permette magicamente di ricercare anche i testi scritti a mano nelle tue immagini.

Infinitamente utile.

Infinitamente utile. Inserisci i tuoi pensieri, idee, ispirazioni e cose da ricordare in un unico luogo. Usa Evernote per lavoro, per gioco e per tutto ciò che ti interessa. Ecco alcuni consigli:

  • Scatta una foto di un biglietto da visita e potrai facilmente archiviare e avere accesso ai tuoi contatti.
  • Salva biglietti aerei e numeri di conferma, fatture di hotel e ricevute per la tua nota spese.
  • Conserva l’ispirazione. Tieni un file di tutte le cose che vorresti comprare, per te o per gli altri, che sia online o nel mondo reale.
  • Archivia gli appunti delle tue riunioni. Fai una foto della lavagna e sarai poi in grado di ritrovarla.
  • Pianifica il tuo prossimo viaggio. Ritaglia pagine web, cartine ed itinerari. Cattura viste da sogno, suoni, sapori e tutto ciò che desideri.
  • Cerca siti internet e ritaglia pagine direttamente dal tuo browser.
  • Ricordati dei tuoi vini preferiti e scatta una foto dell’etichetta quando ne trovi uno che ti piace.
  • Ricordati quelle cose che dovresti ricordarti. Crea una lista di cose da fare, annota i tuoi pensieri, lascia un messaggio vocale e altro ancora.
  • Crea note direttamente da Twitter e salva i messaggi che ami usando @myEN.

mar 22

Blurum: ricerca e vinci

Blurum: vinci fantastici premi facendo ricerche su vari motori di ricerca (Google, Yahoo, etc.)

 

Ho trovato le informazioni relative a questo sito, ho richiesto di mandarmi l’invito e mi sono iscritto, in fine dei conti fare ricerche da Google o fare ricerche su Google attraverso questo sito guadagnandoci pure mi sembra interessante da provare.

Ma vediamo cos’è Blurum E’ un sito web tutto italiano che premia i suoi utenti per una loro abituale attività che svolgono navigando in internet: effettuare ricerche sul web. Tutto quello che dovrete fare sono delle ricerche sui più comuni motori di ricerca esistenti come Google, Bing, Yahoo, Virgilio, Altavista e così via.  Per ogni ricerca effettuata Blurum vi regalerà un punto e, una volta raggiunta una giusta quota, potrete convertirli in un premio a vostra scelta.

Come guadagnare ulteriori punti

Oltre al metodo sopra citato, esistono altri tre metodi per aumentare i vostri punti:  

Selezionando il tasto “Vai a“ potrete guadagnare un punto ogni qualvolta inserirete l’URL della pagina web da visitare, sino ad un massimo di 100 punti al giorno;

   

Invitare i vostri amici facendo conoscere il servizio, in questo modo guadagnerete 50 punti voi e 50 punti il vostro amico! Questa modalità non ha un limite giornaliero:

   

Infine, resta l’opzione di aggiungere i propri preferiti all’interno del sito e guadagnare un punto ogni qual volta si visita il bookmark.

 

 Per essere invitati e ricevere 50 punti bonus, potete inserire la vostra e-mail nei commenti qui sotto, nel giro di poco, sarete invitati ad iscrivervi gratuitamente al servizio.

                    Cosa potete vincere

All’interno del sito potrete sfogliare un catalogo dove troverete tutti i premi possibili che potrete acquistare raggiungendo la sogliaopportuna. I premi riguardano 4 categorie, da quelli più piccoli fino ad arrivare a dei veri e propri premi Big del calibro di iPhone 4 S, Samsung Galaxy S II, iPad, Televisori, Computer, Viaggi, prodotti per la casa, buono spesa e tanti altri! Naturalmente in modo totalmente gratuito e senza spendere nemmeno un centesimo per effettuare la spedizione del premio.

Inoltre, premi come buoni spesa o oggetti per la casa vengono riassortiti ogni settimana in conseguenza del crescente numero degli iscritti: quindi, a volte, potrebbe capitare che essi non siano disponibili, cosa che non succede con i premi di grande valore.

Per sapere quanti punti abbiamo accumulato, basterà guardare il contatore situato in alto a destra.

Cosa non fare per non essere penalizzati

Ovviamente il servizio offre tutto ciò in cambio di capire cosa cerca abitualmente la gente, capire le proprie abitudini e i loro gusti vendendo informazioni alle varie aziende di mercato. Tutto ciò significa che il servizio premia chi davvero effettua delle ricerche sensate e veritiere! Ecco, dunque, cosa non dovete fare perchè il servizio vi rimuova dei punti considerandoli non validi:

  • Non effettuare molte ricerche in un intervallo di tempo inferiore a un minuto, altrimenti Blurum potrebbe accusarvi di effettuare ricerche per il semplice scopo di guadagnare punti;
  • Non effettuare ricerche molto simili tra loro del tipo cambiando solo una lettera o/e un numero;

Se rispetterete queste due regole, potrete stare tranquilli che raggiunta la soglia dovuta il premio sarà nelle vostre mani.

Provateci!

feb 21

Club Sandwich, il mio

Ieri sera mi è venuta voglia di farmi un club sandwich, con quello che avevo in casa ho cercato di prepararne uno che mi soddisfasse.

Peccato che come sempre la bocca è più veloce dell’immagine, niente foto, spero di ricordarmene in futuro.

Ingredienti:

  • pane in cassetta,
  • insalata,
  • maionese (rigorosamente preparata home made),
  • peperoni in agrodolce (anche questi home made al momento),
  • 2 uova sode,
  • prosciutto cotto,
  • taleggio,
  • sale,
  • pepe,
  • misto spezie.

Per prima cosa ho preparato i peperoni, così da lasciarli raffreddare, tagliati a listarelline fini, messi in padella con acqua, zucchero di canna, sale e aceto e lasciato cuocere fino a completa evaporazione, una volta spento il fuoco messi in una ciotolina con olio EVO.

Ho tostato in forno 6 fette di pane in cassetta, spalmate internamente con la maionese (home made) le due fette esterne e su entrambi i lati la fetta interna.

Ho cominciato con la fetta di pane a cui ho aggiunto insalata, fettine di uovo sodo salato e pepato e sopra i peperoni, la fetta di pane centrale, adagiandoci sopra il prosciutto cotto ripassato velocemente in cottura nella padella con cui avevo cotto i peperoni, così da fargli prendere un pò di croccantezza e un leggerissimo gusto agrodolce, terminato con del taleggio e chiuso con l’altra fetta di pane.

Ho inserito 4 stuzziconi e ho tagliato in 4 parti a quadrotti, ho messo sopra un pò di spezie miste per dare un tocco speziato al pane.

Grande idea per la prossima Festa della Birra. Da provare!

La prossima volta con altri ingredienti.

  • 1° variante:

Con una foglia di cavolo verza sbollentata e leggeremente salata al posto dell’insalata, senza peperoni e con la scamorza affumicata al posto del taleggio.

Invece di tostare il pane in forno, per fare più veloce l’abbiamo tostato direttamente in padella antiaderente.

Post precedenti «